Lezioni di cinese online

Ci incontriamo su WhatsApp, Zoom, Skype?
Lezioni Covid-free 😀 di cinese online!

Clicca qui se invece vuoi imparare l'inglese.

In questa pagina ho elencato suggerimenti importantissimi che ti faranno evitare di commettere gli errori comuni che fanno perdere a tanti tempo ed energie, utilissime dritte gratis per te anche se decidi di non diventare una mia o un mio studente :-(

Acquisire e comprendere quanto spiego in questa pagina è però requisito obbligatorio richiesto da chi fa sul serio e vuole diventare un mio o una mia studente.

Da: Giuseppe Romanazzi
Martedì, ore 11:47, Shanghai, Cina

Cara Amica, caro Amico,

sono felice tu ti stia avvicinando alla lingua cinese utilizzando quanto ho reso disponibile gratuitamente su questo mio sito.

Capisco, comunque, che questo potrebbe non essere sufficiente per chi fa sul serio e vuole veramente imparare il cinese il più presto possibile.

Per questo motivo ti offro di studiare il cinese con me usando WhatsApp, Skype, Zoom o qualsiasi altra piattaforma tu scelga.

"Sì, ma chi sei?"

A questo punto non mi sorprenderei se tu volessi sapere chi sono. Bene, ho buone e cattive notizie.

Buone notizie: non sono cinese. Ricorda che questo è un corso base, parti da zero proprio come ho fatto io più di venti anni fa. So esattamente cosa significa imparare il cinese. I nostri amici cinesi non hanno mai affrontato le stesse difficoltà e ostacoli!

Come dico spesso ai miei studenti, tra noi occidentali e la lingua cinese c'è una "grande muraglia". Io ho già scavalcato quella "muraglia", ma sono di nuovo da questo lato per scavalcarla questa volta insieme a te. I nostri amici cinesi non sono mai stati da questo lato della muraglia!

La mia pronuncia: devo aver fatto le cose per bene, perché quando parlo cinese mandarino la mia pronuncia è perfetta (al telefono, i cinesi trovano difficile credere che io non sono cinese), a differenza della mia pronuncia inglese (corretta, ma con inflessione - si capisce che non sono madrelingua) e persino della mia pronuncia italiana (dopo un po' si capisce che sono di Bari ;-).

Cattive notizie: la distanza (io vivo a Shanghai) e ora anche il Covid19 non ci permettono di incontrarci di persona. Purtroppo, in questo momento le mie lezioni sono esclusivamente online.

Cartina dell'Italia

Nella cartina qui a lato puoi notare evidenziate in giallo le zone dove ho vissuto e insegnato in Italia, ovvero Bari e provincia, Cavezzo e dintorni, e Padova. Soprattutto i cinesi che abitano in quelle zone (a parte le nuove generazioni, visto che ho lasciato l'Italia quasi 10 anni fa) hanno un ottimo ricordo di me, Zhusaipei, l'italiano che parla benissimo il cinese!

Parlando la loro lingua, infatti, mi è estremamente facile fare amicizia con praticamente tutti i cinesi che incontro anche qui a Shanghai.

Conferenza in cinese a Roma
Conferenza in cinese a Roma

Conferenza in cinese a Prato
Conferenza in cinese a Prato

Forse noi (tu e io) non abbiamo gli stessi interessi, ma una cosa è certa: abbiamo almeno una cosa in comune...

  • ...a un certo punto della nostra vita, abbiamo entrambi voluto imparare il cinese.

Io ho iniziato a imparare il cinese quando avevo 31 anni presso l'Università di Lingua e Cultura di Pechino.

Dalla fine degli studi in avanti, ho continuato a dedicare alcune ore al giorno ai miei amici cinesi. Parliamo, leggiamo, studiamo e giochiamo insieme. Negli ultimi anni in Italia, a parte i corsi in cui ho insegnato il cinese a italiani, ho persino organizzato classi di italiano e inglese, e indovina un po' chi sono stati gli studenti...

...ovviamente tutti cinesi! Un insegnante di italiano e inglese che parla cinese è manna dal cielo per loro!

Mentre ricevo il premio

Questo è il Prof. Dong dell'Università di Lingua e Cultura di Pechino mentre mi premia per un articolo scritto per un concorso organizzato dall'università.
(Grazie ancora a Andrew che ci fotografò)

Premio

Se solo l'avessi saputo anni fa!

A dire il vero, non mi piace dire "Oh, se solo..." e infatti non lo dico mai. È facile e non ha senso fare i saggi solo a posteriori quando un evento è ormai passato. Come si dice, del senno di poi son piene le fosse.

Ma lo dirò invece qui più volte, per un semplice motivo:

Per il tuo bene.

Voglio che tu possa trarre beneficio da quello che io so ORA ed evitare gli errori che feci io quando, come te ora, iniziai a imparare il cinese.

Studiando con me online, ti rimetterei subito in carreggiata risparmiandoti fatica inutile.

Per esempio, considera come potrai risolvere i seguenti problemi così da non dover dire in futuro "Oh, se solo..."

Problema n.1 - Leggi più giù la soluzione!
Se solo avessi imparato prima
più regole grammaticali!

Grammatica con il contagocce: ecco come definisco l'approccio alla spiegazione della grammatica adottato da non pochi libri di testo, specialmente quelli scritti da autori cinesi.

Quando sono stato a Pechino, le domande fatte in classe da noi studenti riguardavano tutte la grammatica. I professori sono stati dei grandi, i libri di testo non tanto.

Noi occidentali in genere non temiamo la grammatica, anzi vogliamo avere spiegazioni dettagliate il prima possibile.

C'è però anche da dire che non pochi autori occidentali fanno un diverso tipo di errore, cioè spiegano la grammatica del cinese usando la logica della grammatica italiana (o inglese, francese, ecc.)!

Puoi infatti trovare libri di grammatica cinese con capitoli come:

  • Presente;
  • Passato;
  • Futuro;

Ma il punto è che nella grammatica del cinese non esistono il presente, il passato o il futuro!!!

Si può comprendere che questo tipo di approccio possa servire a rendere familiari a noi italiani i concetti espressi, ma è fuorviante e non aiuta a "pensare in cinese".

Soluzione n.1
Tutte le regole grammaticali
spiegate in maniera semplice
subito appena le si incontra!

Studiando con me ti aiuterò ad applicare la logica della grammatica del cinese a ogni espressione e frase che imparerai.

Durante il corso comprenderai e applicherai praticamente TUTTE le regole grammaticali della lingua cinese!

Alcuni esempi:

  • Classificatori
  • Omissione del classificatore
  • Struttura numero+sostantivo
  • Frase con predicato verbale
  • La costruzione Soggetto-Predicato
  • La frase con sintagmi verbali in serie
  • La frase con il predicato aggettivale
  • La frase con predicato nominale
  • La frase con 是
  • 是 per dare enfasi
  • La frase con 是 negativa
  • L'attributo possessivo
  • Attributo possessivo senza 的
  • Aggettivi come attributo
  • Verbi come attributo
  • Numeri come attributo
  • Sintagma verbale come attributo
  • Struttura soggetto-predicato come attributo
  • Locuzione numero+classificatore come attributo
  • Costruzione preposizionale come attributo
  • Costruzione con 的 senza testa del sintagma
  • La costruzione 是…的
  • Modificatori avverbiali
  • Avverbio 也
  • Avverbio 都
  • Avverbi 也 e 都 usati insieme
  • La regola TTT
  • Parole temporali usate come soggetto
  • Parole temporali usate come predicato
  • Parole temporali usate come modificatori avverbiali
  • La congiunzione 和
  • Domande usando 吗
  • La domanda affermativo-negativa
  • Particella interrogativa 什么
  • Particella interrogativa 谁
  • Particella interrogativa 哪
  • Particella interrogativa 哪里
  • Particella interrogativa 几
  • Domande con 是不是
  • Domande con ……,好吗?
  • Domanda ellittica con 呢
  • Complemento di risultato
  • Complemento potenziale
  • Complemento di grado
  • Complemento di frequenza
  • Complemento di durata
  • Complemento di quantità
  • Complemento di direzione
  • ...
  • ...
  • ...
  • ...la lista è semplicemente troppo lunga

Problema n.2 - Leggi più giù la soluzione!
Se solo mi fossi
concentrato sulle parole
usate più frequentemente!

Mentre ero a Pechino, non mi ci volle molto per capire che memorizzare i caratteri cinesi è... difficile! E su questo non credo che qualcuno si sorprenda.

Una notte ebbi addirittura un incubo, e non scherzo, in cui un carattere cinese mi rincorreva cercando di mangiarmi!

Sono stato uno studente modello dedicando molto tempo a scrivere e riscrivere i tanti caratteri cinesi e testando di continuo la mia abilità a ricordarli e scriverli. Feci anche tantissimi cartoncini tutti colorati con i caratteri cinesi da un lato e la loro pronuncia e significato dall'altro riempendone vari sacchetti! Erano davvero tantissimi.

Ma sai cosa? Solo relativamente pochi di questi caratteri sono stati veramente utili in seguito. Ora a posteriori mi rendo conto che se avessi potuto sapere prima quali fossero i caratteri e le parole più utili, cioè quelle che avrei utilizzato di più successivamente, mi sarei concentrato fin da subito più su di loro con risultati migliori e in minor tempo.

È una questione di priorità.

Del resto è vero quello che si dice del linguaggio, cioè che lo si dimentica se non lo si usa. Se quanto imparato non lo si usa nuovamente, è solo naturale dimenticarselo, vanificando ogni sforzo fatto.

Soluzione n.2
Ti concentrerai sulle
parole e caratteri
usati più frequentemente!

Io so esattamente quali sono i caratteri e le parole usate più frequentemente e non lascerò che tu perda tempo studiando qualcosa che non userai mai.

È ovvio che dovrai imparare altro in futuro, ma perché farlo ora che sei agli inizi quando si sa che quasi certamente non ti servirà di nuovo subito?

Problema n.3 - Leggi più giù la soluzione!
Se solo non fossi stato
così distratto dal pinyin!

ma allo stesso tempo...

Problema n.4 - Leggi più giù la soluzione!
Se solo non fossi stato
così tormentato dai caratteri!

Io per studiare il cinese ho usato vari libri, sia quelli forniti dall'università che altri comprati autonomamente. Tutti (almeno per le prime lezioni) usano il pinyin insieme ai caratteri. E questo va benissimo, non siamo cinesi, ABBIAMO BISOGNO del pinyin.

Nel caso in cui non lo sapessi, per pinyin si intende lo schema, composto di 26 lettere appartenenti all’alfabeto latino, che ha lo scopo di rendere la pronuncia dei caratteri che compongono la lingua cinese scritta.

Nell'esempio che segue (il significato è: "Come stai?") puoi vedere come i libri di testo usano il pinyin insieme ai caratteri cinesi.

吗?
hǎoma?

Cosa c'è dunque che non va? Il problema è che quando dobbiamo leggere un testo che ha sia i caratteri che il pinyin, leggiamo SOLO il pinyin!

Ricordo ancora il mio insegnante a Pechino che chiedeva:

"Leggete i caratteri o il pinyin?"

La risposta è sempre stata un unanime:

"Il pinyin :-( "

Anche io ho ancora bisogno di disciplinare i miei occhi per leggere i caratteri e non il pinyin!

La verità è che il professore potrebbe dirci centinaia di volte "leggete i caratteri!", ma noi leggeremmo ancora il pinyin.

Con quale risultato? Quando il libro di testo smette di usare il pinyin (o quando leggiamo qualcosa nel mondo reale), saremmo all'improvviso completamente persi.

Immaginiamo questa situazione:

In una successiva lezione del libro trovi un carattere che hai già studiato, ma non ricordi il suo significato o la sua pronuncia.

Ad esempio, supponiamo di trovare la stessa frase menzionata sopra, ma questa volta senza pinyin.

吗?

Adesso è facile per te salire un po' con lo sguardo e vederne il pinyin che ti ho appena scritto sopra (l'hai fatto, sono sicuro che l'hai fatto ;-)

Con il tuo libro di testo, invece, potrebbe non essere così facile. Riprendi da pagina zero scansionando il tuo libro alla ricerca di quel carattere...

...e di nuovo...

...e di nuovo...

...DOV'È???

Capita spesso che ti arrendi con il libro e provi con il dizionario, cercando il radicale del carattere, contandone il numero di tratti... e intanto sono passati 20 minuti!

Ma sai cosa ho trovato ancora più frustrante? A volte (delusione elevata alla potenza cubica) ti rendi persino conto che il carattere sconosciuto non è mai stato usato né spiegato in nessuna delle lezioni precedenti!

Come potrebbe essere risolto questo problema? Io, come tuo insegnante, potrei dirti "cerca di riconoscere i caratteri fin dalla prima lezione, guarda il pinyin solo se non ricordi la pronuncia del carattere..."

Oppure, soluzione migliore:

Soluzione n.3 e Soluzione n.4
Proverai piacere riuscendo a
leggere direttamente i caratteri cinesi
con l'aiuto del pinyin!

Studiando con me, il pinyin non ti distrarrà dalla lettura dei caratteri: inizierai a leggere i caratteri cinesi (non il pinyin) fin dalla prima lezione!

La frase che abbiamo usato prima come esempio, io te la propongo nel seguente modo:

?

Solo caratteri? NO!

Il pinyin è ancora lì pronto ad aiutarti! Basta che clicchi su qualsiasi carattere per far apparire il suo pinyin.

Prova ora e fai clic sulla frase di sopra!

Gli errori che invece io NON ho fatto

Quelle descritte fino ad ora sono state lezioni che ho imparato sulla mia stessa pelle. Ci sono comunque aspetti di cui vado fiero e che spero tu possa replicare. Eccoli elencati di seguito da 1 a 8.

1. I toni devono essere perfetti fin dall'inizio!

Il cinese è una lingua tonale. Per noi italiani i toni sono l'unica vera difficoltà nella pronuncia e in genere ci mettiamo un po' di tempo anche solo a capirne il concetto. Alcuni li associano subito al tono della voce, altri alla musica, per poi infine arrivare ad afferrarne il significato nella sua completezza e riuscire a parlare in questa nuova maniera prima sconosciuta.

AVVERTIMENTO IMPORTANTE: se pensi che la pronuncia possa migliorare con il tempo e minimizzi gli inevitabili errori iniziali nei toni, ti dico allora di smettere di dire qualsiasi altra cosa in cinese! Ti faresti solo del male rendendo l'errore routine sempre più radicata. Non è solo questione di avere un accento straniero. Diresti cose completamente diverse o senza senso!

Se la pensi così, prima medita sulla necessità di rimuovere questa che definirei convinzione molto limitante... e poi riprendi a parlare in cinese facendoti correggere da chi ti vuole bene e non ti considera ormai irrecuperabile ;-)

Con il tempo migliora la scorrevolezza, la comprensione, la correttezza grammaticale, ma NON la pronuncia. Anzi, più tempo passa e più è difficile, se non impossibile, disimparare quello che ormai è impresso con forza tra le nostre sinapsi!

È come cercare di perdere l'accento o inflessione regionale. Ci vogliono lunghi corsi di dizione molto impegnativi e non tutti comunque ci riescono. È quindi imperativo correggere subito anche i più piccoli errori di pronuncia (soprattutto gli errori nei toni), altrimenti poi, te lo assicuro, sarà troppo tardi o almeno estremamente difficile farlo.

2. Devi avere una motivazione chiara!

Hai bisogno di avere sempre chiaro in mente il motivo per cui vuoi raggiungere l’obiettivo di imparare il cinese. Questo ti sarà da incentivo non solo all'inizio, ma anche nei momenti, inevitabili, di scoraggiamento.

Qual è la tua motivazione?

  • Trovare un lavoro migliore?
  • Diventare ricco?
  • Matrimonio?
  • Viaggiare?
  • Filantropia?
  • Fare business?
  • Completare gli studi?
  • Giocare in borsa?
  • Contrastare l'Alzheimer?
  • ...

Di solito gli studenti migliori sono quelli fortemente motivati, per cui più forte è il tuo incentivo e più velocemente imparerai il cinese.

3. Scegli gli argomenti da imparare!

I vantaggi di un corso personalizzato sono notevoli, soprattutto se la terminologia che si ha necessità di imparare è specialistica.

Immagina a cosa ti possa servire una lezione di quelle standard su cosa dire per farsi tagliare i capelli dal barbiere se tu fossi calvo!

Se decidi di studiare online con me, già prima di contattarmi pensa a quali sono le tue esigenze, perché tra le prime cose che ti chiederò ci sarà anche il settore in cui pensi di iniziare a utilizzare il cinese.

In base alle tue esigenze, personalizzerei le lezioni. Alcuni esempi reali:

Settore di attività
Commerciale estero
Argomenti
È fondamentale imparare a intavolare trattative, mantenere i rapporti, preparare offerte e gestire ordini, tutto da adattare allo specifico settore.
Settore di attività
Passare uno dei test HSK (Chinese Proficiency Test)
Argomenti
Uso dei caratteri e parole fornite dal governo cinese per la preparazione dell'esame.
Settore di attività
Attività religiose come testimone di Geova
Argomenti
Materiale tratto dal sito jw.org
Settore di attività
Studio legale
Argomenti
In tutta sincerità, spero non voglia imparare il legalese o avvocatese in cinese :-) ma ti preparerei persino per quello!

4. Usa il prima possibile quanto impari!

A Pechino, subito dopo averlo imparato, ricordo di aver chiesto almeno 100 volte ad altrettanti passanti "scusi, dov'è l'ufficio postale?" Ero proprio agli inizi e non capivo quello che mi rispondevano, ma il fatto di vedere che mi capivano subito mi riempiva di soddisfazione!

È probabile che dove tu vivi non sia così facile trovare cinesi, ma sappiamo tutti bene che sono in ogni parte del mondo e anche in ogni città italiana. Dovrai solo andarli a cercare in un ristorante cinese, tra i vari negozi, parrucchieri o altrove. Una volta trovati, buttati senza paura e di' loro quello che hai imparato! Ne saranno felici.

5. Serve pazienza!

È innegabile che per quanto tu e il tuo insegnante possano essere bravi, e per quanto i metodi di studio utilizzati possano essere efficaci, per imparare il cinese comunque ci voglia tempo, soprattutto se non è possibile dedicarsi full-immersion allo studio.

Ci potranno essere momenti in cui penserai di non fare progresso, di essere sempre allo stesso punto. In tal caso potrà essere utile:

  • riflettere sulle ragioni per cui all’inizio hai deciso di imparare la lingua;
  • essere ragionevole in quello che ti aspetti;
  • guardare indietro e ricordare i traguardi che hai raggiunto;
  • vedere il tutto come un investimento a lungo termine;
  • esercitarti il più possibile.

I progressi nell'imparare una lingua non si percepiscono come costanti, ma li paragonerei più a una scala, con periodi di apparente stagnazione seguiti da forti segnali gratificanti. Questo, ovviamente, se si continua costantemente a studiare e usare quello che si impara.

6. Serve umiltà!

Preparati, perché quanto segue sarà inevitabile:

  • Chi ti ascolta riderà di te!
  • Anche i bambini sapranno parlare meglio di te!
  • Avrai bisogno di chiedere aiuto!
  • Avrai bisogno di chiedere scusa!

Nonostante ciò, buttati sempre e comunque! Non aver paura di sbagliare, mantieni il senso dell'umorismo, ridi insieme a loro, sii disposto a parlare come un bambino, ascolta i bambini quando ti correggono, metti da parte un po’ di amor proprio e il timore di fare brutta figura!

7. Serve flessibilità e mente aperta!

Parlare in cinese significherà anche pensare e agire in maniera diversa da quella a cui sei abituato. Imparerai a conoscere oltre a nuovi cibi e nuova musica, anche una nuova cultura, alcuni aspetti della quale sono molto diversi dalla nostra.

Nella frase di sopra ho usato due volte l'aggettivo "diverso". Se avrai la necessaria flessibilità e mente aperta, riconoscerai che c’è più di un modo di vedere e fare le cose, e uno non è necessariamente migliore degli altri, è solo diverso.

8. Poco e spesso è meglio di molto ma di rado

Ti consiglio di nutrirti di cinese imitando le galline quando mangiano: beccano un chicco alla volta. Cerca di esercitarti ogni giorno, anche se per solo 15 minuti, invece di studiare per ore in una sola volta a settimana.

Durante le mie lezioni
pensi di poter restare
seduta tutto il tempo?

No, proprio no! Alcuni metodi di insegnamento prevedono ci sia spazio in cui ti possa muovere liberamente. Preparati in modo che ti possa vedere interamente mentre, per esempio, mimi qualcosa, colpisci i palloncini, fai il giocoliere con tre foulard, ecc. :-)

Dopo tutto, durante l'apprendimento vogliamo che il prezioso ossigeno trasportato dal sangue alimenti il tuo cervello e non il tuo gluteus maximus così comodamente adagiato su quella sedia!

Muoversi, o anche semplicemente alzarsi, favorisce notevolmente l'apprendimento in quanto, tra le altre cose, l'accelerato battito cardiaco aumenta l'apporto di ossigeno al cervello.

I metodi che uso, ottimizzati per la lingua cinese, includono:

  • Approccio comunicativo (standard)
  • Approccio comunicativo (15 secondi)
  • Approccio comunicativo (utilizzando immagini)
  • Esercizi per l'apprendimento (palloncini)
  • Metodo Rassias
  • Metodo Rassias (metodo avanzato)
  • Esercizi per l'apprendimento (foulard)
  • Palla per l'accento
  • Frasario personale
  • Istruzione audio (CD, MP3, ecc.)
  • Istruzione video (cortometraggi, film, DVD, MP4, ecc.)
  • Via l'audio
  • Via il video
  • Cosa succede dopo?
  • Tu sei l'attore
  • Tu ascolti io guardo
  • Narrazione
  • Sottotitoli originali
  • Sottotitoli italiani
  • Fermo immagine
  • Comportamento e aspetto
  • Pensieri e sentimenti
  • Differenze culturali
  • Conteggio parole
  • Eco-lettura
  • Umorismo
  • Suoni e segni
  • Mappa mentale (Tony Buzan)
  • Mappa mentale in movimento
  • Risposta fisica totale
  • Risposta fisica totale (metodo avanzato - Vivaldi, Haydn, Mozart, Pachelbel, ecc.)
  • Dettato musicale
  • Dettato visivo
  • Flashcard
  • Parole più usate
  • Racconti dal tuo diario
  • Lettura e spelling
  • Associazione di parole
  • Generatore di linguaggio universale
  • Ripetizione dilazionata (sistema SRS)
  • La storia infinita
  • Consulenza di gruppo
  • Genio creativo
  • Memorizzazione tattile
  • Analisi grammaticale
  • Frasi idiomatiche
  • Effetto Mozart
  • Mr. Bean
E in abbondanza:
  • entusiasmo
  • velocità
  • vigore
  • volume
  • chiarezza
  • gioia
  • risate
  • gesti
  • lodi, lodi, lodi!

Normalmente in una lezione di 1 ora utilizzo 3-4 metodi diversi. Stesse cose da imparare, metodi diversi per farlo. Così non permetto che nessuno dei tuoi neuroni, ovunque siano nel tuo cervello, si addormenti!

Costo lezioni

AGGIORNAMENTO FORMA DI PAGAMENTO: i tempi sono cambiati, e ho riscontrato che non è più possibile richiedere (come puoi vedere più sotto) il pagamento anticipato di 50 o 100 ore di lezione. Ho deciso quindi di cambiare la formula di pagamento lasciando inalterato il totale già comunque basso. Le lezioni ora si possono anche pagare singolarmente seguendo il seguente schema:

OreCosto €/h
1ª - 10ª35
11ª - 20ª31
21ª - 30ª25
31ª - 40ª20
41ª - 50ª14
51ª - 60ª13
61ª - 70ª12
71ª - 80ª11
81ª - 90ª10
91ª - 100ª9

Oppure in un'unica soluzione scegliendo uno dei pacchetti 1+50 o 1+100.

PacchettoCosto *PayPal
1+100 ore18€/h *
1+50 ore25€/h *
singola ora35€/h *

* Il costo è quello della lezione, indipendentemente dal numero di studenti. Per esempio, se 10 studenti assistono alle stesse lezioni, per il pacchetto 1+100 ore pagherebbero 1,8€/h a testa.

Se preferisci un altro metodo di pagamento, tipo bonifico bancario su banca cinese o banca italiana, oppure usando Alipay o WeChat, ti prego di contattarmi: contatta Giuseppe.

Prima lezione gratuita

Nei pacchetti 100 e 50 ore, la prima lezione di 1 ora è gratuita. Se dopo la prima lezione deciderai, per qualsiasi motivo che non dovrai giustificare, di non continuare, riceverai immediatemente il rimborso del 100% di quanto pagato.

Interrompi quando vuoi

Se a corso avviato, per qualsiasi motivo che non dovrai giustificare, mi chiederai di interrompere le lezioni, le lezioni rimanenti saranno rimborsate seguendo il seguente criterio:

Ore€/h
1ª - 10ª35
11ª - 20ª31
21ª - 30ª25
31ª - 40ª20
41ª - 50ª14
51ª - 60ª13
61ª - 70ª12
71ª - 80ª11
81ª - 90ª10
91ª - 100ª9

Hai altro da condividere o chiedermi?

Io avrei ancora moltissimo da dire, ma questa pagina è ormai diventata fin troppo lunga! Per assicurarti di poter studiare online con me, prima che esaurisca il mio tempo disponibile, scegli ora il pacchetto che fa per te, o comunque contattami di persona:

AGGIORNAMENTO FORMA DI PAGAMENTO: i tempi sono cambiati, e ho riscontrato che non è più possibile richiedere (come puoi vedere più sotto) il pagamento anticipato di 50 o 100 ore di lezione. Ho deciso quindi di cambiare la formula di pagamento lasciando inalterato il totale già comunque basso. Le lezioni ora si possono anche pagare singolarmente seguendo il seguente schema:

OreCosto €/h
1ª - 10ª35
11ª - 20ª31
21ª - 30ª25
31ª - 40ª20
41ª - 50ª14
51ª - 60ª13
61ª - 70ª12
71ª - 80ª11
81ª - 90ª10
91ª - 100ª9

Oppure in un'unica soluzione scegliendo uno dei pacchetti 1+50 o 1+100.

PacchettoCosto *PayPal
1+100 ore18€/h *
1+50 ore25€/h *
singola ora35€/h *
* Il costo è quello della lezione, indipendentemente dal numero di studenti. Per esempio, se 10 studenti assistono alle stesse lezioni, per il pacchetto 1+100 ore pagherebbero 1,8€/h a testa.

Se preferisci un altro metodo di pagamento, tipo bonifico bancario su banca cinese o banca italiana, oppure usando Alipay o WeChat, ti prego di contattarmi: contatta Giuseppe.

In fede,

Giuseppe Romanazzi
CEO, WearYourChineseName.com

P.S.:
Mi dispiace non poter più offrire lezioni gratis di prova, ma sono certo che ciò non penalizzi chi come te vuole imparare sul serio il cinese. La formula 1+50 o 1+100 infatti permette a te di provare gratis la prima lezione (e se decidi per qualsiasi motivo che non dovrai giustificare, di non continuare, ricevi immediatemente il rimborso del 100% di quanto pagato) e a me di avere la certezza di aver incontrato qualcuno che è veramente intenzionato a fare sul serio.
P.P.S.:
PayPal ti protegge. Non è mai successo né succederà mai che un mio studente abbia fatto ricorso a PayPal per farsi rimborsare, ma in questo momento sono certo possa essere rassicurante per te leggere sul sito di PayPal la pagina Protezione acquisti e Protezione dalle frodi.
P.P.P.S.:
Il costo delle lezioni non varia anche se siete in più di uno dall'altra parte o collegati con dispositivi diversi da luoghi diversi, a patto che le lezioni si tengano in contemporanea con tutti. Se qualcuno non fosse presente, quella lezione non sarebbe per lei/lui recuperabile.
Lezioni di cinese su WhatsApp?

Lezioni online di cinese

WhatsApp:
Email:
Il tuo prof online

WearYourChineseName - di Giuseppe Romanazzi
Biaoyu Business Consulting Services LTD
Shanghai, Cina
Copyright © 2001-2021 Tutti i diritti riservati
Pagina iniziale wearyourchinesename.com
| Chi siamo | Privacy | Mappa del sito | Italiano English |


Lezioni di cinese su WhatsApp?

Lezioni di cinese online

WhatsApp:
Email:
Il tuo prof online